Aveva oltre 200 grammi di droga in casa e 60mila euro cash. In cella un docente


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Un insegnante 64enne di Acri, in servizio in un istituto superiore della provincia di Cosenza, è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Rende con l’accusa di detenzione illegale a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari, nel corso di una perquisizioni effettuata con un cane antidroga, hanno rinvenuto 137,68 grammi di cocaina, 90 gr di hashish, e 60.844 euro in contanti, che si presume sia provento della attività di spaccio di droga.

La droga si trovava sul tavolo della cucina, dove c’erano anche 72 dosi di cocaina già confezionate e pronte per lo spaccio, ed in alcuni cassetti del soggiorno e della camera da letto della casa. L’insegnante era anche in possesso del materiale per il confezionamento della dosi di droga, come bilancini di precisione e bustine di plastica. L’arrestato, di cui non sono state rese note le generalità, è stato tradotto nel carcere di Cosenza.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM