Presunte molestie al liceo, conclusa l’occupazione degli studenti

La protesta andava avanti dal 3 febbraio. Lunedì 21 riprendono le lezioni


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
Ansa

Si è conclusa l’occupazione da parte degli studenti dell’istituto d’istruzione superiore “Valentini-Majorana” di Castrolibero.

L’iniziativa, iniziata il 3 febbraio, era stata promossa in segno di protesta contro le presunte molestie che sarebbero state commesse da un professore della scuola nei confronti di due studentesse.

I ragazzi hanno trascorso la scorsa notte nell’istituto e stamattina sono andati via. Lunedì riprenderanno le lezioni. Tra i motivi che hanno indotto gli studenti a sospendere la protesta c’é la pubblicazione sul sito del Ministero dell’Istruzione del bando per la nomina di un nuovo dirigente dell’istituto.

L’attuale dirigente dell’istituto, Iolanda Maletta, era stata accusata dagli studenti di avere sottovalutato le molestie da parte del professore, non adottando nei suoi confronti adeguati provvedimenti disciplinari.

La stessa dirigente, sempre a detta degli studenti, si era limitata a spostare di plesso il professore, che attualmente, comunque, é in malattia. Le due studentesse che hanno riferito di avere subito le molestie, una all’ultimo anno del corso di studi del liceo scientifico e l’altra già diplomata, hanno presentato denunce, la prima ai carabinieri e la seconda alla Polizia.

Le due ragazze sono state sentite dal magistrato della Procura della Repubblica di Cosenza che sta conducendo l’inchiesta su quanto sarebbe accaduto nell’istituto, confermando le loro accuse contro il professore. Da lunedì riprendono le lezioni.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER