Evade ai domiciliari. Arrestato giovane a Crotone


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
Costinel Alin Ciocoi evade ai domiciliari. Arrestato giovane a Crotone
Nel riquadro Costinel Alin Ciocoi

CROTONE – Il Nucleo Investigativo del Comando Provinciale carabinieri di Crotone guidato dal tenente Giovanni Carlo Porta ha arrestato nel pomeriggio di giovedì, per evasione, Costinel Alin Ciocoi, 23 anni, cittadino rumeno che attualmente dimora a Crotone, dove si dedica a lavori saltuari.

Il ragazzo si era allontanato senza autorizzazione dall’alloggio in cui si trovava agli arresti domiciliari, invocando poi con i Carabinieri problemi legati proprio alla possibilità di permanere in quella casa.

Ciocoi, che non annovera precedenti penali in Italia, si trovava recluso ai domiciliari in quanto colpito da mandato di arresto europeo spiccato nei suoi confronti da un tribunale della Romania per fatti risalenti ai primi giorni dell’agosto del 2010.

Secondo l’accusa Costinel Alin Ciocoi, in concorso con altri soggetti, si era reso responsabile di violazione di domicilio e di rapina perpetrati in un’abitazione locale, con l’appropriazione di denaro e preziosi.

Ne è scaturita una condanna a tre anni di reclusione, provvedimento per il quale l’autorità giudiziaria rumena ha emesso appunto un mandato di arresto e in esecuzione del quale i Carabinieri lo avevano arrestato il 27 febbraio scorso.

Nelle more della definizione della complessa procedura giudiziaria che si instaura in questi casi, il giovane, inizialmente associato alla casa circondariale di Crotone, era stato poi sottoposto ai “domiciliari”.

Stessa misura che è stata applicata dopo l’episodio di quest’oggi, d’intesa con la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crotone (pm di turno Ivan Barlafante), davanti al quale dovrà rispondere del reato di evasione.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER