Serie A, prima vittoria del Crotone. Poker allo Spezia: 4-1

Carlomagno Jeep Renegade GENNAIO 2021 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB

Il Crotone rifila un poker (4-1) allo Spezia e, nell’anticipo di Serie A allo Scida contro la squadra ligure, ottiene tre punti importantissimi per la classifica. Un po’ di ossigeno dopo una lunga serie negativa che accresce la motivazione di Stroppa e dei suoi.

Il mister calabrese deve rinunciare a ben 3 centrocampisti: Benali e Cigarini per infortunio, Petriccione per squalifica, e in cabina di regia inserisce Zanellato. In difesa torna Magallan, in avanti fiducia alla coppia Messias-Simy. Dalla parte opposta Italiano perde alla vigilia Nzola per problemi familiari ed in avanti si affida a Agudelo, Piccoli e Farias. Prima del fischio d’inizio osservato un minuto di silenzio in memoria di Paolo Rossi.

Inizia subito bene la squadra di casa che al 7’ passa già in vantaggio con Messsias che viene lanciato in profondità da Molina, punta Terzi e lascia partire un sinistro perfetto che termina nell’angolino basso alla destra di Provedel. Seconda rete in A per il brasiliano.

I liguri provano a reagire subito con Pobega (12’) che approfitta di un’ottima giocata di Farias e lascia partire un sinistro che si spegne al lato. Pareggio ospite che arriva al 18’ con Farias che approfitta di un disimpegno errato della difesa di casa e di destro fa 1-1. Passano solo 3 minuti (21’) e Piccoli da due passi viene ipnotizzato da Cordaz con un grande intervento in corner.

Nella ripresa Italiano manda in campo Sala per l’ammonito Ferrer ma sono gli squali a partire subito forte con Messias (47’) sul quale Provedel compie un vero e proprio miracolo. Al 49’ passano di nuovo in vantaggio con Reca che sfrutta al meglio ancora un ottimo lancio di Molina, rientra sul destro e fulmina Provedel.

Trascorrono 7 minuti e i pitagorici calano il tris con Eduardo che da due passi, su perfetto invito da destra di Pedro Pereira. Ottenuta la terza rete gli squali amministrano bene il doppio vantaggio e non corrono pericoli, anzi vanno vicinissimi al poker con Molina ma Provedel mette ancora una pezza sul diagonale del numero 17 di Stroppa.

All’86’ Messias va di nuovo a segno ma l’arbitro dopo aver consultato il Var annulla per fuorigioco anche se la posizione sembra regolare. Dopo ben 6 minuti di recupero termina il match dello Scida e il Crotone può festeggiare il primo successo in campionato.

CROTONE: Cordaz; Magallan (28’st Cuomo), Marrone, Luperto; Pedro Pereira, Molina, Zanellato (43’st Riviere), Eduardo (38’st Vulic), Reca; Messias, Simy. A disp: Festa (GK), Crespi (GK), Cuomo, Golemic, Djidji, Siligardi, Crociata, Rojas, Dragus. All. Stroppa

SPEZIA: Provedel; Ferrer (1’st Sala), Terzi, Chabot, Bastoni (38’st Marchizza); Estevez, Ricci, Pobega (13’st Maggiore); Agudelo (13’st Gyasi), Piccoli, Farias (38’st Verde). A disp: Krapikas (GK), Erlic, Mora, Marchizza, Sala, Acampora, Agoume, Bartolomei, Deiola, Verde. All. Italiano

Arbitro: Giua di Olbia

Reti: 7’pt e 51’st Messias (C), 18’ Farias (S), 49’ Reca (C), 56’ Eduardo (C)

Ammoniti: Chabot (S), Ferrer (S), Messias (C), Eduardo (C), Maggiore (S), Magallan (C)

L’INFORTUNIO DI BENALI:

Il calciatore Ahmad Benali – fa sapere la società – è stato sottoposto ad esami strumentali che hanno evidenziato una distrazione di primo grado del muscolo soleo del polpaccio destro. Il centrocampista nel frattempo ha già iniziato le terapie specifiche, le sue condizioni verranno monitorate dallo staff medico rossoblù.

SOSTIENI SECONDO PIANO NEWS