Serie A, Crotone Roma 1-3. Squali con la difesa peggiore. Stroppa: “Interverremo”

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Nonostante un secondo tempo d’orgoglio, il Crotone non riesce ad evitare la sconfitta nella seconda gara proibitiva consecutiva. Stroppa si presenta con la difesa rivoluzionata e con Simy al posto di Riviere.

Diversi cambi per Fonseca che lascia a riposo inizialmente anche Dzeko, acciaccato. I giallorossi partono forte, pressando altissimo e sbloccano subito la gara all’8′ minuto con Borja Mayoral che sfrutta l’assistenza di Bruno Peres dalla sinistra.

Il Crotone prova a reagire e va vicino al pari in due occasioni: al 26′ con Simy che sfiora il palo di testa su cross di Pedro, e ancora al 28′ con Simy che raccoglie la ribattuta di Pau Lopez dopo una bella azione di Messias.

Ma è la Roma a trovare il raddoppio, ancora con Borja Mayoral al 29′ che trova il sette con un gran tiro da fuori area. I rossoblù accusano il colpo e subiscono anche la terza rete, al 35′, stavolta su calcio di rigore concesso per fallo di Golemic sul solito Borja Mayoral e trasformato da Mkhitaryan.

La ripresa si apre con maggiore equilibrio nonostante il Crotone cerchi il goal per riaprire la partita. Goal che arriva, dopo alcune azioni interessanti, al 71′ con un colpo di testa di Golemic sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Gli squali vanno vicino in più di un’occasione anche al 2-3: Pau Lopez in uscita bassa su Messias e poi Kumbulla sulla linea sul destro di Simy salvano la porta giallorossa (86′), poi occasione nel recupero anche per Riviere con il portiere ospite che neutralizza il rasoterra. Ma il risultato non cambia più e dopo quattro minuti di recupero il signor Piccinini di Forlì decreta la fine della gara.

Stroppa commenta la gara: “Sappiamo dove intervenire sul calcio mercato”
“Negli episodi sicuramente non siamo stati bravi, la Roma ha meritato questo risultato soprattutto nel primo tempo, quando qualche elemento ha giocato con timore e invece si doveva fare di più specie dalla metà campo in su”. Lo ha detto mister Stroppa al termine di Crotone Roma. “Nel secondo tempo – prosegue il tecnico pitagorico – rischiavamo un passivo più largo, invece la squadra ha risposto molto bene, con equilibrio, giocando con più praticità e semplicità, ha avuto le occasioni, è riuscita ad accorciare ed ha avuto addirittura le occasioni per avere un finale di partita diverso. In difesa abbiamo preso gol evitabili, bisogna lavorare molto meglio: non è questione di approccio e atteggiamento ma di qualità. Si ha la volontà di migliorare la rosa sul mercato, con qualche innesto questa squadra – che ha già dei valori – può fare molto bene, sappiamo già dove intervenire”, ha concluso Giovanni Stroppa.

CROTONE: Cordaz; Magallan, Golemic, Cuomo; Pedro Pereira (1’st Vulic), Molina, Zanellato, Eduardo (13’st Riviere), Reca; Messias Simy. A disp: Festa (GK), Marrone, Djidji, Luperto, Rojas, Petriccione, Rispoli, Siligardi, Crociata, Dragus. All. Stroppa

ROMA: Pau Lopez; Mancini, Smalling, Ibanez (18’st Kumbulla); Karsdorp, Cristante (35’st Veretout), Villar, Peres; Perez, Mkhitaryan (18’st Pellegrini); Borja Mayoral (40’st Dzeko). A disp: Farelli (GK), Boer (GK), Juan Jesus, Villar, Diawara, Podgoreanu, Providence. All. Fonseca

Arbitro: Piccinini di Forlì
Reti: 8’pt e 29’pt Mayoral (R), 35’pt Mkhitaryan (R) su rigore, 26’st Golemic (C)
Ammoniti: Peres (R), Golemic (C), Magallan (C), Ibanez (R), Pellegrini (R)

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM