Provinciali a Crotone, Sergio Ferrari è il nuovo presidente

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
Sergio Ferrari

“La mia elezione a presidente della Provincia è il risultato di un lavoro di squadra straordinario fatto da tanti amministratori del territorio. Da oggi saremo subito al lavoro per iniziare ad avere un quadro completo della situazione. Lavoreremo con entusiasmo e determinazione per non deludere nessuno”. Lo ha detto Sergio Ferrari, 48 anni, commercialista, nuovo presidente della Provincia di Crotone.

Ferrari, sindaco di Cirò Marina dall’ottobre scorso, è stato il candidato del centrodestra anche se aveva il supporto di una rete trasversale di primi cittadini e consiglieri comunali del territorio. Al termine dello scrutinio ha ottenuto 221 voti ponderati contro gli 80 andati al sindaco di Crotone Vincenzo Voce. A quest’ultimo – che poteva contare anche sul Consiglio comunale col maggior peso elettorale – non è servito neppure l’accordo con il Pd che aveva messo in campo i suoi sindaci ed amministratori nella lista “Per il territorio”. E’ la prima volta che un sindaco di Crotone non viene eletto a presidente della Provincia da quando si vota con il sistema imposto dalla riforma Delrio.

Voce, facendo gli auguri a Ferrari, ha riconosciuto la sconfitta ed anche i problemi interni alla sua maggioranza. “Per quanto riguarda il voto dei consiglieri comunali di Crotone – ha detto – anche qui, la situazione appare chiarissima. Ed a questo riguardo e riflettendo sull’andamento del voto mi determinerò nei prossimi giorni per continuare ad assicurare un buon governo alla città di Crotone e ai suoi cittadini il cui interesse resta la mia esclusiva priorità”.

In totale alla consultazione elettorale hanno votato 306 consiglieri su 340 aventi diritto al voto. Le due liste che appoggiavano Ferrari hanno ottenuto 4 seggi ciascuno. Due i seggi alle compagini che appoggiavano Voce.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER