Arma clandestina e munizioni, un arresto a Gioia Tauro

Carlomagno campagna Fiat Tipo Maggio 2019
Armi e munizioni, arrestato a Gioia Tauro Alfonsino Barillà
Nel riquadro l’arrestato Alfonsino Barillà

I Carabinieri della Stazione di Gioia Tauro, hanno arrestato un uomo di 59 anni, Alfonsino Barillà, con l’accusa di ricettazione, detenzione di arma clandestina e munizionamento.

L’arresto è avvenuto ieri mattina nell’ambito dei servizi finalizzati alla repressione dei reati attinenti le armi e materiale esplodente, con il fattivo supporto dei militari della Compagnia speciale del Goc di Vibo Valentia.

Ringraziandoti per il seguito, sarebbe cosa gradita un MI PIACE sulla nostra nuova pagina di Facebook

A seguito di una accurata e prolungata perquisizione effettuata in via Pizzo del quartiere Fiume di Gioia Tauro, gli uomini dell’Arma hanno trovato una pistola semiautomatica Marca “Walter” calibro 7,65, con matricola punzonata e relativo caricatore monofilare contenente nove cartucce marca Gfl.

La pistola era in ottimo stato di conservazione e perfettamente oleata.
A seguito del ritrovamento, Barillà, che è già noto alle forze dell’ordine, è stato dichiarato in stato di arresto, in flagranza dei reati di ricettazione, detenzione di arma clandestina e relativo munizionamento.