Arma clandestina e munizioni, un arresto a Gioia Tauro

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
Armi e munizioni, arrestato a Gioia Tauro Alfonsino Barillà
Nel riquadro l’arrestato Alfonsino Barillà

I Carabinieri della Stazione di Gioia Tauro, hanno arrestato un uomo di 59 anni, Alfonsino Barillà, con l’accusa di ricettazione, detenzione di arma clandestina e munizionamento.

L’arresto è avvenuto ieri mattina nell’ambito dei servizi finalizzati alla repressione dei reati attinenti le armi e materiale esplodente, con il fattivo supporto dei militari della Compagnia speciale del Goc di Vibo Valentia.

A seguito di una accurata e prolungata perquisizione effettuata in via Pizzo del quartiere Fiume di Gioia Tauro, gli uomini dell’Arma hanno trovato una pistola semiautomatica Marca “Walter” calibro 7,65, con matricola punzonata e relativo caricatore monofilare contenente nove cartucce marca Gfl.

La pistola era in ottimo stato di conservazione e perfettamente oleata.
A seguito del ritrovamento, Barillà, che è già noto alle forze dell’ordine, è stato dichiarato in stato di arresto, in flagranza dei reati di ricettazione, detenzione di arma clandestina e relativo munizionamento.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER