Percepisce illegalmente fondi Ue per la Pesca, arrestato

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Bagnara Calabra, percepisce illegalmente fondi Ue per la Pesca, arrestatoI finanzieri del comando provinciale di Reggio Calabria hanno arrestato e posto ai domiciliari un uomo residente a Bagnara Calabra gravemente indiziato di aver indebitamente percepito contributi relativi al fondo europeo per la pesca (Fep). Le Fiamme gialle hanno contestualmente eseguito un sequestro preventivo di conti correnti postali ed autovetture, fino alla concorrenza della somma di 40 mila euro.

L’attività d’indagine iniziata nell’anno 2016, condotta dai militari della Guardia di finanza di Villa San Giovanni sotto la direzione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria, ha permesso di verificare come il soggetto utilizzasse false attestazioni e pubblici sigilli contraffatti al fine di accedere al fondo comunitario.

Da qui la provvisoria imputazione per i reati di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico e contraffazione e uso di sigilli e strumenti contraffatti.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER