‘Ndrangheta, arrestate due persone per tentata estorsione a ditta

I due, ritenuti appartenenti alla cosca Gallico di Palmi, avrebbero minacciato di incendiare i mezzi aziendali qualora l'imprenditore non avesse pagato il pizzo

Carlomagno campagna novembre 2018

'Ndrangheta, arrestate due persone per tentata estorsione a dittaAgenti di Polizia in forza al Commissariato di Palmi, hanno arrestato due persone del posto considerate vicine alla cosca di ‘ndrangheta “Gallico”, attiva a Palmi e zone limitrofe, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip presso il Tribunale di Reggio Calabria.

I due, Rocco Papasergio, di 41 anni, e Francesco Romeo, (37) sono ritenuti responsabili di associazione per delinquere di stampo mafioso e per il reato di tentata estorsione aggravata in concorso, secondo l’accusa consumato per più tempo, ai danni di una ditta impegnata in un lavoro pubblico a Palmi. I due avrebbero minacciato il danneggiamento mediante incendio dei mezzi della ditta qualora non avessero ottenuto la consegna del denaro.

Le indagini della Polizia di Stato, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria, hanno consentito di accertare la pressante attività estorsiva delle cosche di ‘ndrangheta nei confronti delle ditte aggiudicatrici di appalti pubblici.