Intimidazione a giornalista radio calabrese, bruciata la sua auto

Carlomagno campagna Jeep Renegade Agosto 2019

Intimidazione a giornalista radio calabrese, bruciata la sua autoPersone non identificate la scorsa notte hanno messo in atto un’intimidazione ai danni di Gianni Baccellieri, giornalista di “Radio Antenna Febea”, emittente di Reggio Calabria. L’automobile del giornalista è stata cosparsa di liquido infiammabile ed incendiata. La vettura, a causa dell’attentato, è rimasta distrutta.

L’emittente radiofonica, in una nota, esprime vicinanza a Baccellieri. “Questo ennesimo vile gesto d’intimidazione contro il nostro speaker – si afferma nel comunicato di Radio Antenna Febea – non potrà fermare la libera informazione che ogni giorno cerchiamo di garantire dalle nostre frequenze. Forniremo ogni supporto possibile a Gianni per superare questo difficile momento e auspichiamo venga fatta chiarezza da parte delle autorità competenti su questo preoccupante episodio”.

“Solidarietà e vicinanza” a Baccellieri sono state espresse dal vicesindaco metropolitano di Reggio Calabria Riccardo Mauro, che ha parlato di “vile attentato”.