Trovati con armi e munizioni detenuti illegalmente, arrestati padre e figlio

Carlomagno Lancia Ypsilon Novembre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB

Possedevano illecitamente un kalashnikov, una lupara, due pistole, di cui una scacciacani, un coltello e munizionamento di vario calibro. Così due persone, padre e figlio di Seminara, sono stati arrestati dai carabinieri di Palmi per detenzione abusiva di armi e munizioni.

Nel corso di controlli effettuati insieme ai cacciatori di Calabria, i militari hanno rovistato su vari terreni e residenze di Seminara, tra cui quella degli arrestati, dove, nascosto in una delle pertinenze di casa, hanno trovato il kalashnikov, con caricatore inserito pronto all’uso. Estesa la perquisizione all’intera abitazione, sono state trovate le altre armi e diverse cartucce di vario calibro.

Nella circostanza, è stato denunciato anche un minorenne dello stesso nucleo familiare degli arrestati per lo stesso reato e sequestrato quanto rinvenuto. Armi e munizioni sono ora custoditi in attesa di ulteriori accertamenti per capire se i fucili e la pistola siano stati utilizzati in eventi criminosi.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB