Aveva un’arma clandestina e quasi 200mila euro in contanti, in cella


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

A Rosarno, i carabinieri della Tenenza, nei giorni scorsi, nell’ambito di servizi finalizzati alla prevenzione e repressione di condotte illecite in ordine a delitti in materia di armi, hanno arrestato P.G., 36enne, originario di Delianuova, a seguito di perquisizione effettuata presso la sua abitazione, sita nel comune di Rizziconi, frazione Drosi, per detenzione di arma clandestina e ricettazione.

Nello specifico, durante l’operazione, i militari dell’Arma hanno rinvenuto all’interno dello stabile, opportunamente occultata dentro il vano motore della vettura Fiat 127 detenuta dall’uomo, una pistola calibro 38 special, fabbricata in Brasile, con matricola abrasa, e pertanto clandestina, oltre che la somma di 198.000 euro circa in contanti, ritenuta d’illecita provenienza, suddivisa in appositi involucri, posti all’interno di un’altra vettura situata nel garage di sua proprietà.

Dopo aver ultimato le operazioni di ricerca estese ad ogni altro locale di pertinenza dell’abitazione privata, gli operanti hanno associato il trentaseienne presso la Casa circondariale di Palmi, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente. Il denaro, ritenuto provento di attività illecita, è stato sequestrato. Denunciati, anche la moglie ed il fratello dell’uomo.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM