‘Ndrangheta, restano in carcere i 9 fermati del clan Soriano

Sono esponenti apicali della famiglia ‘ndranghetistica dei “Soriano” di Arzona - Pizzinni di Filandari. Arrestato anche Gaetano Soriano, fratello di Leone

Carlomagno Lancia Ypsilon ibrida Giugno 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

carabinieri cacciatoriI Carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Vibo Valentia hanno eseguito stamane delle ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro nei confronti di 9 esponenti apicali della famiglia ‘ndranghetistica dei “Soriano” di Arzona – Pizzinni di Filandari.

Di recente, con l’operazione “Nemea” erano stati azzerati i vertici criminali della struttura criminale determinando l’arresto anche di vari sodali affiliati alla ndrina di Pizzinni, ritenuti responsabili di aver messo in atto una vera strategia del terrore per ri-acquisire il controllo criminale della zona di Filandari.

Le odierne misure hanno confermato la sussistenza delle esigenze cautelari tali da disporre la permanenza in carcere per tutti i soggetti già destinatari di fermo.

Il Gip distrettuale di Catanzaro ha emesso inoltre, un ulteriore misura cautelare di custodia in carcere nei confronti di Gaetano Soriano, fratello di Leone, ritenuto respnsabile di detenzione e traffico di sostanze stupefacenti in concorso con gli altri sodali.

Una forte risposta dell’Arma dei Carabinieri alla recrudescenza criminale della zona che si inserisce in una più ampia strategia di contrasto alla criminalità organizzata realizzata secondo le direttive impartite dalla Dda della Procura di Catanzaro.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM