Scoperte munizioni e un potente ordigno nel Vibonese

Carlomagno Lancia Ypsilon Novembre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB

I Carabinieri della Stazione di Filadelfia, nel vibonese, nel corso di un rastrellamento in alcune zone impervie della frazione di Montesoro, all’interno di un terreno boschivo demaniale hanno trovato in un tronco di albero 159 proiettili per pistola calibro 9×21.

Proseguendo nelle ricerche, i militari hanno scovato in un cunicolo posto sotto la sede stradale della provinciale 38, del potente esplosivo con detonatore. Il materiale – gelatina proveniente dalla dinamite -, tipico di quello utilizzato nelle cave e per i lavori di sbancamento stradale, è stato trovato in un anfratto ricavato dentro un muro di cemento.

Conseguenze devastanti si sarebbero potute verificare se l’ordigno fosse capitato nelle mani sbagliate. Sul posto sono intervenuti gli artificieri del Comando provinciale di Catanzaro che, su disposizione della Procura di Lamezia guidata da Salvatore Curcio, hanno provveduto a far esplodere la “gelatina” in luogo sicuro.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB