23 Luglio 2024

I cinque macedoni “filo Isis” espulsi dall’Italia, ma liberati a Skopje

Correlati

I cinque macedoni "filo Isis" espulsi dall'Italia, ma liberati a SkopjeErano stati espulsi l’altro giorno dall’Italia perché sospettati di inneggiare al Califfato islamico, ma arrivati in Macedonia sono stati liberati dalle autorità locali.

I cinque hanno fatto ritorno a Skopje, dove la polizia locale li ha lasciati in libertà non avendo riscontrato alcun elemento di reato a loro carico, né tracce di radicalismo. “Non rappresentano un pericolo”, è stato sottolineato.

Come hanno riferito i media macedoni, subito dopo il loro arrivo all’aeroporto Alessandro Magno di Skopje, i cinque – cittadini macedoni di etnia albanese e di religione musulmana – sono stati accolti da rappresentanti delle forze di sicurezza e di intelligence macedoni che, dopo aver avuto con loro un colloquio, hanno ritenuto che tali persone non rappresentino alcun pericolo o minaccia alla sicurezza.

I cinque – che in Italia risiedevano da tempo a Ronchi dei Legionari (Gorizia) – hanno pertanto fatto ritorno al loro paese di origine, Oktisi, nei pressi di Struga, nel sudovest della Macedonia non lontano dal confine con l’Albania.

I soggetti erano stati espulsi con un decreto del ministro dell’Interno Angelino Alfano che lette le carte degli investigatori ha deciso in via cautelare di espellerli per motivi di sicurezza nazionale.

Secondo quanto è emerso, i cinque avrebbero utilizzato i social per diffondere la propaganda jihadista. “Le attività investigative – aveva detto Alfano – hanno documentato l’odio ideologico-religioso che accomunava questi stranieri, nonché il padre dei due fratelli, di 52 anni, e la moglie trentaduenne di uno di loro, tutti fanatici seguaci dell’autoproclamato Califfato, che più volte avevano parlato con disprezzo dell’imam e della comunità islamica locale perché ritenuti “moderati” e aperti agli influssi occidentali”.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

FSB scopre canale di esplosivo da Italia e Germania per compiere attentati in Russia

Il Servizio di sicurezza russo (FSB) ha annunciato lunedì di aver smantellato un canale per il contrabbando di esplosivi...

DALLA CALABRIA

Scontro tra auto e moto, muore un centauro di 30 anni

Un uomo di 30 anni, Angelo Pio Campolongo, ha perso la vita in un incidente stradale avvenuto nel centro...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)