Schiaffi e pugni alla compagna, in carcere 38enne

Giuseppe Gentile
Giuseppe Gentile

Un uomo di 38 anni, Giuseppe Gentile, con precedenti, è stato arrestato dai carabinieri di San Pietro Apostolo dello Jonio (Catanzaro) con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate, porto di armi od oggetti atti ad offendere e resistenza a pubblico ufficiale.

L’arresto è stato eseguito dai militari in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Catanzaro.

L’uomo, che ha precedenti, secondo quanto accertato, ha preso la propria convivente a pugni e schiaffi senza un apparente motivo, trascinandola per terra e minacciandola di morte mediante l’uso di un coltello di genere vietato.

L’ennesima aggressione è costata cara a Giuseppe Gentile, il quale aveva anche opposto resistenza ai carabinieri che tentavano di identificarlo e condurlo in caserma. Dopo le formalità di rito, il gip di turno ha disposto per lui la reclusione nel carcere di Catanzaro.