Cosenza, svolta nell’omicidio di Antonio Taranto. Arrestato Domenico Mignolo

Antonio Taranto
Antonio Taranto

Svolta nell’omicidio di Antonio Taranto avvenuto il 29 marzo 2015 in via popilia a Cosenza.

I carabinieri, dopo mesi di articolate indagini, hanno arrestato all’alba quello che si ritiene il presunto autore del delitto.

Si tratta di Domenico Mignolo, di 28 anni, ritenuto vicino alla cosca “Rango-Zingari”.

Secondo quanto ricostruito dai militari dell’Arma, Mignolo per una sorta di risentimento nei confronti di un esponente del clan – il quale non gli avrebbe pagato il mantenimento in carcere – lo avrebbe individuato tra alcune persone, lui spara nel mucchio e avrebbe colpito per errore il giovane Antonio Taranto, 26 anni.

L’omicidio di  Taranto avvenne la scorsa domenica delle Palme nell’androne di una palazzina popolare del secondo lotto di via Popilia. Il delitto suscitò grande commozione tra amici e conoscenti perché il giovane era ritenuto da tutti un “bravo ragazzo”.

Condividi

Rispondi