Cosenza, ragazza fa arrestare il fidanzato per stalking

questura di cosenzaAtti persecutori, danneggiamento e violenza sessuale. Sono queste le accuse con cui un giovane 27enne di Rende è stato arrestato dalla Squadra mobile della Questura di Cosenza per aver consumato i presunti reati in danno della ex fidanzata.

Il provvedimento, eseguito stamani dagli agenti, è stato emesso dal Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Cosenza su richiesta della locale Procura della Repubblica.

Secondo quanto accertato dagli investigatori, l’uomo avrebbe posto in essere minacce, molestie, ingiurie, pedinamenti, controlli a distanza, violenze fisiche e morali. Secondo l’accusa, l’indagato sarebbe arrivato anche a distruggere il telefonino della vittima. Elementi che avrebbero portato la donna ad accusare “ansia e paura” (necessari, a domanda, per far scattare l’accusa di “stalking”, il reato voluto dalla berlusconiana Mara Carfagna).

La ragazza stufa dell’accanimento morboso dell’ex ha deciso di rivolgersi alla Squadra mobile che in breve avrebbe raccolto riscontri alle sue dichiarazioni, ritenuti credibili da polizia e procura, che ha richiesto e ottenuto dal Gip la misura cautelare.