Arrestato iraniano sbarcato con altri migranti, era ricercato nel suo paese

Carlomagno

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta.

SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE
 
SEGUICI SUI SOCIAL
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

migranti scafisti polizia

Era sbarcato nella serata dello scorso 7 luglio assieme ad altri 90 migranti di varia nazionalità, ma su di lui pendeva un mandato di arresto per una presunta maxi truffa nel paese d’origine.

Un cittadino iraniano di 47 anni è stato arrestato dalla Squadra mobile di Crotone. A seguito degli accertamenti svolti dal personale dell’Ufficio Immigrazione e della Polizia scientifica della Questura di Crotone è emerso infatti che le autorità iraniane avevano emesso un provvedimento a suo carico dallo scorso mese di aprile.

Secondo le accuse mosse nei suoi confronti, l’uomo, amministratore di un’organizzazione governativa iraniana, con la complicità di altri soggetti avrebbe trasferito ingenti somme di denaro su conti correnti a lui riferibili, causando un danno equivalente a circa 10 milioni di euro.

Al 47enne, grazie alla collaborazione del Servizio per la cooperazione internazionale di Polizia – Direzione centrale della Polizia criminale del Dipartimento della Pubblica sicurezza, è stato notificato, dopo avere informato la Corte d’Appello di Catanzaro che è l’autorità giudiziaria competente, un provvedimento di carcerazione che è stato immediatamente eseguito.