Tagliano alberi in area tutelata e rubano legna, cinque arresti

Carlomagno campagna Alfa Romeo Stelvio Luglio 2019

Cinque persone sono state arrestate e poste ai domiciliari dopo essere state sorprese a tagliare un centinaio di piante in un comprensorio boscato di Santa Caterina Ionio tutelato paesaggisticamente e idrogeologicamente.

I cinque sono stati individuati nel corso di alcuni appostamenti fatti dai carabinieri forestali e dei colleghi della stazione di Davoli. I militari, in particolare, hanno bloccato due automezzi pesanti che, da una stradina interna al bosco, stavano per raggiungere una strada provinciale.

All’interno del bosco sono state bloccate altre 3 persone trovate in possesso di motoseghe, un trattore e altri attrezzi. Dai successivi accertamenti, gli investigatori hanno stabilito che il legno trovato sui furgoni proveniva da una centinaio di piante di quercia, di pino ed acero. Oltre a 200 quintali di legna sono stati sequestrati due autocarri, un trattore, due motoseghe e una roncola.

I soggetti, I. F., I. G. M. e I. D. di Guardavalle, e gli autisti dei camion D. N. e D. R. di Badolato, ai quali sono stati contestati i reati di furto, danneggiamento di boschi e di violazione della normativa paesaggistico-ambientale, sono stato tratti in arresto e condotti al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in attesa di udienza di convalida e di giudizio direttissimo.