Regionali, tre candidati oltre i 10mila voti. Esclusioni eccellenti. Tre donne in Consiglio

Si tratta di Nicola Irto, Gianluca Gallo e Baldo Esposito, tutti e tre uscenti. Non ce la fanno Pino Gentile e Tonino Scalzo. Elette, oltre la Santelli, Sculco e Minasi


Sono tre i consiglieri regionali eletti in Calabria con oltre 10 mila preferenze, tutti e tre uscenti: si tratta di Nicola Irto, Gianluca Gallo e Sinibaldo Esposito. Irto, presidente uscente del Consiglio regionale, è stato in assoluto il più votato, conquistando 12.568 voti nella lista del Pd nella circoscrizione sud.

Gallo, capogruppo uscente della Casa delle Libertà, ha ottenuto invece 12.053 preferenze nella lista di Forza Italia nella circoscrizione Nord. Infine, Esposito, eletto nel 2014 con il Nuovo Centrodestra, è stato riconfermato con la Casa delle Libertà nella circoscrizione centro con 10.281 voti. Rieletti i consiglieri uscenti Carlo Guccione e Mimmo Bevacqua del Pd. Non ce l’ha fatta Giuseppe Giudiceandrea che si trova primo dei non eletti nella stesa lista nella circoscrizione nord.

Tra le “new netry” in Consiglio regionale, il più votato a queste elezioni è stato Luca Morrone di Fratelli d’Italia (8.110 preferenze), già presidente del Consiglio comunale di Cosenza, figlio del consigliere regionale uscente Ennio, e il democrat Libero Notarangelo (6.045 preferenze), già capogruppo del Pd al Consiglio comunale di Catanzaro.

Tra i nomi eccellenti che non ce l’hanno fatta a riconquistare uno scranno a palazzo Campanella troviamo l’ex vicepresidente del passato consiglio Pino Gentile, che con la Cdl si è fermato a quota 7.821 voti. Il seggio è scattato nella stessa lista a Reggio premiando Giacomo Pietro Crinò (4.222 voti), che avrebbe il resto più alto. Altra “esclusione” è quella di Tonino Scalzo, ex presidente del Consiglio regionale del Pd, migrato poi con l’Udc: ha ottenuto 4.364 preferenze.

Ancora tra i nuovi entrati nell’astronave l’ex presidente di Coldiretti Pietro Molinaro che con la Lega a Cosenza ha ottenuto 5.613 voti. Tre in tutto le donne in questo Consiglio regionale. Oltre alla presidente Jole Santelli, ci sono Flora Sculco, riconfermata con al centro con la lista democratici progressisti, e Clotilde Minasi, eletta Reggio con la Lega. Il candidato con meno voti a entrare in consiglio è Marcello Anastasi che ha ottenuto a Reggio 1.072 preferenze con la lista “Io resto in Calabria” di Pippo Callipo.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb