Cosenza, Sgarbi si dimette da assessore. Occhiuto: “Spero torni”

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
Vittorio Sgarbi
Vittorio Sgarbi (Fb)

Vittorio Sgarbi si è dimesso da assessore del comune di Cosenza. Il critico d’arte lo ha fatto sapere tramite la sua pagina Fb: “Non essendo stato messo nelle condizioni, come già precedentemente ribadito, (a Luglio 2016) di svolgere il mio ruolo di assessore al Centro storico di Cosenza, confermo le mie dimissioni. Sottolineo, tra l’altro, di avere fino ad oggi svolto l’incarico a titolo gratuito, e che rinuncio, comunque, all’indennità di carica fino ad oggi maturata”. Firmato Vittorio Sgarbi.

Sulle dimissioni di Sgarbi interviene il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto: “Prende atto delle dimissioni di Vittorio Sgarbi da assessore della mia Giunta e lo ringrazio per il contributo di idee che ha apportato ricoprendo la delega al Centro storico, rinunciando all’indennità della carica”.

“L’arco temporale – aggiunge – che ha visto Sgarbi al Comune di Cosenza, purtroppo, ha coinciso con il periodo in cui l’intera Giunta non si è trovata, suo malgrado, nelle condizioni finanziarie di operare come si sarebbe voluto, avendo ereditato il bilancio redatto lo scorso anno dal Commissario prefettizio e dunque già con una programmazione precedente”.

Tale situazione – spiega il Sindaco – non ci ha consentito di realizzare nuove attività che, invece, andremo ad attuare con l’approvazione del prossimo bilancio. Mi auguro tuttavia – conclude Occhiuto – che Vittorio Sgarbi in futuro possa rinnovare la collaborazione con la nostra città, a cui è molto legato, plasmando i progetti che aveva già messo in cantiere”.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER