Mafia, estorsione e rapina, arrestati due sorvegliati a Rende


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

arresto carabinieriAssociazione per delinquere di stampo mafioso, tentata estorsione e rapina. Sono queste le accuse per cui sono state condannate due persone e arrestate stasera dai carabinieri della Stazione della Compagnia di Rende.

I provvedimenti sono stati emessi oggi dalla Procura generale della Repubblica di Catanzaro – Ufficio esecuzioni penali, a carico di S. A., 40enne di Castrolibero residente in Rende, già sottoposto alla misura della sorveglianza speciale.

L’uomo deve espiare la pena residua di 5 anni, 6 mesi e 13 giorni di reclusione per tentata estorsione, commessa in data 3 novembre 2011 a Rende ed associazione per delinquere di stampo mafioso, reato commesso dal 2008 a marzo 2013, a Cosenza e provincia.

L’altro provvedimento è a carico D. P. U., 47enne di Rende, sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno. L’uomo deve espiare la pena di 6 anni e 10 mesi di reclusione per i reati di tentata rapina ed estorsione, commessi da dicembre 2011 a marzo 2012 a Bisignano e associazione mafiosa consumato nello stesso periodo

Gli arrestati, concluse le formalità di rito, sono stati tradotti presso la casa circondariale di “Sergio Cosmai” di Cosenza.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM