Amantea, accoltellato alla festa patronale. Fermati due ambulanti di Caraffa

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

La stazione dei carabinieri di AmanteaAMANTEA (COSENZA) – Due ambulanti di Caraffa di Catanzaro, Lorenzo Fimiano, di 45 anni, e Raffaele Verre, di 49, sono state fermate la scorsa notte dai carabinieri di Amantea e Paola perché ritenute responsabili del tentato omicidio a coltellate di un giovane di 31 anni di Amantea (Cosenza).

Il fatto è successo nella notte tra sabato e domenica nel corso dei festeggiamenti patronali a Campora San Giovanni, frazione di Amantea. Da quanto ricostruito dai militari, all’origine dell’accoltellamento, vi sarebbe stato uno scambio di futili battute. Da un primo botta e risposta, si sarebbe passati poi all’aggressione fisica del trentunenne.

La vittima è stata raggiunta da un fendente all’addome e per questo è stato trasportato in codice rosso all’ospedale civile di Lamezia Terme dove i sanitari lo hanno sottoposto a un intervento di sutura della ferita.

L’immediata attività investigativa svolta dai militari della stazione carabinieri di Amantea e dai colleghi paolani, coordinati dal procuratore della Repubblica di Paola, Pierpaolo Bruni e dal sostituto procuratore della Repubblica, Teresa Valeria Grieco, ha permesso, in poche ore, di ricostruire l’evento e di individuare gli autori del ferimento nei due commercianti Fimiano, e Verre, nei cui confronti, è stato emesso un decreto di fermo di indiziato di delitto per tentato omicidio.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM