Rossano, scoperte due case d’appuntamento in centro: 4 denunce

Carlomagno campagna ottobre 2018

case d'appuntamentoDue case di appuntamento sono state scoperte dalla Polizia in pieno centro a Rossano. Quattro le persone denunciate, con l’accusa, a vario titolo, di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

I poliziotti del locale Commissariato sono entrati in azione dopo alcune segnalazioni che riferivano un continuo andirivieni di uomini da due appartamenti posti in due condomini nel centro cittadino, utilizzate come vere e proprie case a luci rosse.

In una di queste c’era una ragazza cinese e nell’altra due giovani rumene, sorprese mentre erano intente ad “accogliere” i loro “clienti”. Da quanto emerso, le ragazze utilizzavano dei siti online per pubblicizzare l’attività nelle case che sono poi risultate prese in affitto “in nero”, cioè senza un regolare contratto di locazione registrato all’Agenzia delle entrate.

Al termine delle attività, la Polizia ha denunciato per favoreggiamento della prostituzione non solo i proprietari degli appartamenti ma anche altre due persone, un uomo ed una donna. In particolare, l’uomo accompagnava quasi quotidianamente le donne straniere ad acquistare tutto il necessario per la loro attività e per ogni altra necessità anche sanitaria, dietro corrispettivo economico o sessuale, mentre la donna provvedeva ad ogni incombenza relativa al fitto dell’appartamento.