Rifiuti, il consigliere Granata eletto vicepresidente dell’Ato Cosenza

Dovrà occuparsi del servizio rifiuti nel territorio della provincia. Come presidente è stato eletto il sindaco di Rende Marcello Manna.

Carlomagno campagna novembre 2018
Vincenzo Granata (seduto) e Marcello Manna al Rendano Ato Cosenza
Vincenzo Granata (seduto) e Marcello Manna al Rendano

Il consigliere comunale di Cosenza, Vincenzo Granata, presidente della Commissione consiliare Ambiente di Palazzo dei Bruzi e nella sua qualità di delegato del Sindaco Mario Occhiuto, è stato eletto vicepresidente vicario dell’Ambito territoriale ottimale (Ato Cosenza) per l’organizzazione del servizio rifiuti nel territorio della provincia.

L’elezione è avvenuta al termine dell’Assemblea costitutiva della Comunità d’Ambito ATO Cosenza svoltasi questa mattina al Teatro “Rendano” e che era stata convocata dal Sindaco di Cosenza. Nel corso dell’assemblea sono stati eletti il presidente dell’Ato Cosenza, nella persona del sindaco di Rende Marcello Manna, e l’altro vicepresidente, nella persona del sindaco di Torano Castello, Sabatino Cariati.

“E’ una giornata storica – ha commentato il consigliere comunale Vincenzo Granata – perché con l’elezione del Presidente e dei due vicepresidenti si dà formalmente avvio alla Comunità d’Ambito dell’Ato Cosenza e a tutto il riordino del servizio pubblico di gestione dei Rifiuti Urbani. Tra gli obiettivi da perseguire – ha sottolineato ancora Granata – figurano, con riferimento al disciplinare di funzionamento dell’Ufficio comune dell’Ambito territoriale Ottimale, l’attenta analisi dei costi di gestione dei servizi e delle tariffe alle utenze, la definizione del piano degli investimenti, del piano di gestione e del sistema di monitoraggio e controllo. Importante – ha concluso Granata – diventa anche la valutazione, sotto l’aspetto eminentemente finanziario, dei costi del servizio e la determinazione delle tariffe, con l’applicazione del metodo normalizzato, con riferimento ai comuni virtuosi che già raggiungono percentuali ragguardevoli nel sistema di raccolta dei rifiuti”.