“Cavallo di ritorno”, sgominata banda a Cosenza: 18 arresti


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

sequestro a dipendente comunaleOltre duecento carabinieri hanno eseguito a Cosenza 18 misure cautelari nei confronti di altrettanti soggetti accusati di furto, ricettazione ed estorsione.

I militari hanno sgominato una banda di topi d’auto dedita al cosiddetto “cavallo di ritorno”. 10 persone sono state tradotte in carcere, sei ai domiciliari e due minorenni in comunità.

Secondo l’accusa, gli indagati agivano nel fortino degli zingari in via degli Stadi e le vittime, dopo ogni furto,  venivano contattate per la restituzione dell’auto in cambio di denaro. Il provvedimento è stato emesso dal gip del tribunale di Cosenza su richiesta della locale procura e di quella per i minori di Catanzaro.

Leggi i nomi e i dettagli


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER