Riesumato il cadavere di Lisa Gabriele. Procura in cerca del Dna del killer

La ragazza di ventidue anni 14 anni fa è stata ritrovata morta in un boschetto di Montalto. Riaperte le indagini. Gli inquirenti accantonano la pista del suicidio

Carlomagno Jeep Compass Febbraio 2021
Lisa Gabriele

E’ stata riesumata al cimitero di Rose, nel cosentino, la salma di Lisa Gabriele, la 22enne uccisa nel gennaio del 2005 e ritrovata senza vita nei boschi di Montalto Uffugo.

La Procura di Cosenza ha riaperto le indagini per cercare delle tracce di codice genetico presenti sotto le unghie della vittima. Secondo gli inquirenti la giovane è stata uccisa dopo essere stata aggredita e soffocata.

Prelevato il cadavere dal campo santo, l’esame autoptico è stato eseguito nell’obitorio del cimitero di Cosenza. A far ripartire le indagini ha contribuito anche una lettera anonima giunta in Procura.

Si sospetta di un poliziotto della stradale di Cosenza con il quale la ragazza avrebbe avuto una relazione e di altre persone che avrebbero preso parte al depistaggio delle indagini.

Per ricordare Lisa Gabriele l’amministrazione comunale di Rose in collaborazione con la Fondazione Lanzino e l’associazione “Amici di Francesco” ha organizzato per lunedì prossimo una fiaccolata.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb
Seguici anche su TELEGRAM