Donna precipitata a Scalea, fermato convivente per omicidio

Carlomagno Jeep Renegade Ottobre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB

Donna precipitata a Scalea, fermato convivente per omicidioE’ stato fermato dai carabinieri con l’accusa di omicidio un dominicano di 26 anni, G.A.M., compagno della donna dominicana di 36 anni, M.P., morta domenica dopo essere precipitata da una finestra del palazzo in cui abitava, a Scalea, sulla costa tirrenica cosentina.

La donna secondo quanto emerso dalle indagini dei carabinieri non si sarebbe suicidata o precipitata per cause accidentali. Ad accorgersi della presenza del corpo senza vita della donna nel cortile del palazzo era stata domenica mattina una vicina che aveva avvertito i carabinieri.

Sin da subito i militari non hanno escluso nessuna ipotesi sulla causa della morte della donna. Secondo i primi accertamenti svolti sul luogo del ritrovamento la trentaseienne non sarebbe precipitata dal terzo piano, dove abitava, ma da un piano superiore. L’uomo, sentito domenica nell’immediatezza, è stato portato in carcere.

Secondo quanto emerso, alla base dell’omicidio potrebbe esserci una banale lite tra la coppia convivente. Il provvedimento di fermo è stato emesso dalla Procura di Paola che ha coordinato le indagini dei militari.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB