Controlli del Nas all’ospedale di Cosenza, criticità in numerosi reparti

Pavimenti rotti, infiltrazioni d'acqua e altre irregolarità nei reparti di Oncologia, Chirurgia toracica, Urologia, Pronto soccorso e Ginecologia; in quest'ultimo, sono stati sequestrati farmaci scaduti. Denunciato il responsabile

Carlomagno Lancia Ypsilon Novembre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB
Archivio

I carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Cosenza hanno effettuato controlli mirati all’interno di alcuni reparti dell’ospedale dell’Annunziata di Cosenza. Sono state rilevate alcune criticità nei reparti di Oncologia, Chirurgia toracica, Urologia, Ginecologia e Pronto soccorso.

In particolare, è stata rilevata la pavimentazione non a norma, carenze di percorsi sporco-pulito e infiltrazioni d’acqua, occlusione delle vie di fuga e il non corretto posizionamento delle bombole d’ossigeno.

Attraverso Spisal, il Servizio Prevenzione Igiene e Sicurezza, dell’Asp di Catanzaro, verranno imposte delle prescrizioni all’Azienda ospedaliera di adeguare immediatamente alla normativa vigente, risolvendo le criticità riscontrate.

Nel reparto di Ginecologia inoltre, sono stati sequestrati dei farmaci scaduti, che non erano stati opportunamente separati da quelli in uso. Per questo motivo il responsabile del servizio di approvvigionamento farmaceutico del reparto è stato denunciato. Il servizio Spisal inoltre dovrà pronunciarsi sull’idoneità delle sale parto ed ha chiesto alcuni giorni per la valutazione.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB