Cosenza, Allerta arancione fino alla mezzanotte di domenica 24 gennaio


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

vento temporali pioggia

Un messaggio di allerta meteo è stato comunicato al Comune di Cosenza dalla Protezione civile regionale. L’allerta andrà dalla mezzanotte di oggi alle 24,00 di domani, domenica 24 gennaio, e riguarderà l’intero territorio comunale. Lo comunica palazzo dei Bruzi.

Nel messaggio di allertamento unificato diramato dalla Protezione civile regionale si fa riferimento ad una previsione di piogge diffuse, temporali sparsi e venti, da burrasca a burrasca forte, dalle 24 di stanotte alla stessa ora di domenica 24 gennaio.

In virtù di questo quadro previsionale, il Settore Protezione Civile del Comune, attraverso la dirigente, Ing. Antonella Rino, ha diffuso il consueto avviso alla cittadinanza nel quale si raccomanda l’adozione delle seguenti misure comportamentali:

– Evitare di allontanarsi dalla propria abitazione se non strettamente necessario;

– Non sostare in prossimità di fiumi, argini, torrenti, scarpate, ponti;

– Porre estrema attenzione nell’attraversamento di sottopassi o ponti;

– Fare attenzione alla possibile caduta di rami e alberi;

– Non sostare nella zona di possibile caduta di cornicioni o tegole;

– Non sostare in locali interrati o seminterrati esposti a possibili allagamenti o inondazioni. In caso di pericolo contattare i seguenti numeri:

VIGILI URBANI 0984 813760

VIGILI DEL FUOCO 115

CARABINIERI 112


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER