Occhiuto: Piazza Bilotti a breve sarà restituita alla Città di Cosenza

Lo ha annunciato il sindaco cosentino. L'autorizzazione alla riapertura della Piazza segue il dissequestro del 3 febbraio scorso

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Piazza Bilotti a Cosenza (Ansa)

“C’è voluto un po’ di tempo per verificare la sicurezza, ma adesso Piazza Bilotti può riaprire ed essere restituita alla città”. Lo ha detto, è scritto in una nota, il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto dopo aver ricevuto la notizia, appresa attraverso l’avv. Nicola Carratelli (che ha curato, per conto del Comune, l’istanza di dissequestro e le successive fasi) dell’autorizzazione alla riapertura da parte del gip di Catanzaro Teresa Guerrieri. L’autorizzazione alla riapertura di Piazza Bilotti segue il dissequestro del 3 febbraio scorso.

“Esprimo la mia più viva soddisfazione per la comunicazione appena ricevuta – ha commentato Occhiuto -. Ringrazio la magistratura che ha, con il provvedimento di oggi, dato corso alle istanze che il Comune aveva rappresentato. In questo momento la cosa più importante è che la piazza polivalente resterà alle future generazioni, quelle che oggi, a causa della pandemia, sono state private della socialità e che alla socialità torneranno, si spera quanto prima. Ai giovani abbiamo il dovere di garantire una sorta di ‘risarcimento’ che li possa ripagare della situazione di particolare sofferenza che stanno vivendo in questo momento di lunga sospensione che li ha fortemente penalizzati togliendo loro la bellezza e la leggerezza proprie del loro tempo”.

La riconsegna degli spazi di Piazza Bilotti avverrà nei prossimi giorni e a questo proposito la Polizia Municipale ha contattato la Guardia di Finanza per procedervi insieme.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM