Crotone, picchiava e minacciava la moglie. In cella marito violento

Crotone, picchiava e minacciava la moglie. In carcere marito violentoAncora uomini violenti dietro le mura domestiche. Un uomo di 45 anni di Scandale (Crotone), avrebbe perseguito, picchiato e minacciato la moglie, ma l’ennesima violenza gli è costata cara perché è stato arrestato e spedito dietro le sbarre dagli agenti della Polizia di Stato di Crotone con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, minaccia aggravata e lesioni personali.

Il provvedimento di custodia custodia cautelare in carcere è stato eseguito su richiesta avanzata dal sostituto procuratore della Repubblica di Crotone,   Ivan Barlafante, in attuazione dell’ordinanza, emessa dal Tribunale di Crotone, nei confronti di M.P. che avrebbe ripetutamente commesso violenze nei confronti della moglie, D.K.D.

A seguito dei diversi interventi effettuati dai poliziotti, su segnalazioni arrivate al 113, nonché a seguito delle querele sporte dalla moglie presso gli uffici della Questura, nelle quali venivano denunciati i reiterati comportamenti violenti posti in essere dal coniuge, gli agenti della Squadra Volanti, presa cognizione dei fatti, effettuavano una serie di accertamenti e di controlli incrociati d’intesa con il magistrato Ivan Barlafante.

Le indagini hanno permesso di raccogliere sufficienti indizi di colpevolezza che hanno consentito l’emissione, da parte del gip presso il Tribunale di Crotone, della misura custodiale personale come conseguenza di una pervicacia nella condotta violenta del marito, già in precedenza sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla donna.

Il marito violento, dopo gli accertamenti di rito, è stato associato alla casa circondariale di Crotone a disposizione della competente autorità giudiziaria.