Sbarco a Torre Melissa, un migrante disperso. Arrestati due scafisti

Carlomagno campagna Fiat Marzo 2019

veliero torre melissaUn cittadino extracomunitario, che era a bordo dell’imbarcazione a vela arenatasi stamane a Torre Melissa (Crotone) con a bordo 50 persone, risulta disperso e sono in corso le ricerche a cura della Capitaneria di Porto. Le indagini avviate dai carabinieri dopo lo sbarco hanno intanto consentito di rintracciare in un hotel del luogo e trarre in arresto due cittadini russi, ritenuti essere gli scafisti.

Stamane, i carabinieri della compagnia di Cirò Marina hanno rintracciato sul lungomare cittadino 41 uomini, cinque donne e quattro minorenni, tutti in buone condizioni. Immediatamente è stata attivata la procedura di soccorso e prima accoglienza nel Cara di località “S.Anna” del comune di Isola Capo Rizzuto (KR), per l’identificazione.

I due cittadini russi, di 43 e 25 anni, sono stati bloccati in un vicino hotel dove avevano preso alloggio per cercare di sfuggire alla cattura. Presentatisi al portiere di notte, i due hanno esibito dei documenti palesemente falsi, e senza timbri di ingresso in Italia, tanto da far insospettire l’impiegato che ha cercato di prendere tempo assegnando loro una stanza, ma telefonando subito dopo ai carabinieri che, intanto, erano giunti all’albergo seguendo le tracce lasciate sulla vicina spiaggia dai due.

I presunti scafisti verranno processati per direttissima nel pomeriggio per favoreggiamento all’immigrazione clandestina. Nei loro bagagli i carabinieri hanno trovato strumentazione per navigare e denaro.