‘Ndrangheta, confisca di beni per 5,5 milioni a imprenditore

Carlomagno campagna Fiat Marzo 2019

sequestro DiaBeni per 5,5 milioni di euro sono stati confiscati da personale della Direzione investigativa antimafia di Reggio Calabria, che ha agito con il coordinamento della Procura della Repubblica, a Domenico Passalacqua, di 66 anni ritenuto imprenditore di riferimento della cosca Buda-Imerti, egemone nel territorio ricadente nei comuni di Villa San Giovanni, Fiumara di Muro e territori vicini.

Il provvedimento di confisca è stato emesso dalla Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria e ha riguardato il patrimonio aziendale e personale di Passalacqua.