Gregge “sacro” in terreni di coop anti-ndrangheta, indagini

Carlomagno campagna Fiat Gamma 500 L settembre 2019

Il fondatore della cooperativa “Briatico Welfare”, socia di Goel Bio, il marchio degli agricoltori biologici calabresi che si oppongono alla ‘ndrangheta, ha denunciato che 200 tra pecore e capre hanno invaso i campi della coop a San Costantino di Briatico.

Un fatto, è scritto in una nota, che “succede spesso: c’è un gregge che vaga indisturbato nella zona”. Ma il 25 agosto scorso, il fondatore della cooperativa è riuscito a filmare l’accaduto facendo intervenire le forze dell’ordine che hanno identificato il pastore che, è scritto nella nota, “sembrerebbe essere già noto alle forze dell’ordine”.

Negli ultimi tre anni, la coop, con cadenza quasi semestrale, subisce danneggiamenti e furti, tutti denunciati. Tra i più gravi: l’estirpazione, nel 2016, di oltre 50 quintali di cipolla rossa di Tropea biologica e il furto, quasi un mese fa, di una parte del raccolto.