Covid, anche un esperto calabrese nella task-force del ministero all’Innovazione

Serafino Sorrenti, originario di Gioia Tauro, è tra gli esperti selezionati dal ministero dell'Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione per far fronte all'emergenza Covid-19

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Il professionista calabrese Serafino Sorrenti è tra gli esperti selezionati dal ministero dell’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione per far fronte all’emergenza Covid-19.

Sorrenti, nello specifico, si occuperà di valutare e proporre soluzioni tecnologiche data-driven per la gestione dell’emergenza sanitaria, economica e sociale legata alla diffusione del virus Sars-CoV-2.

Il Ministero all’innovazione, in accordo con il ministero della Salute, ha infatti costituito un gruppo multidisciplinare di esperti per valutare e proporre soluzioni tecnologiche data-driven. La task force è composta da un contingente multidisciplinare di 74 esperti, a titolo gratuito, che hanno il compito di individuare e valutare soluzioni tecnologiche data driven per supportare il governo e gli altri pubblici decisori nella definizione di politiche di contenimento del contagio da Covid-19.

Sorrenti, 38 anni, porterà le sue competenze nell’innovazione digitale delle Pubbliche Amministrazioni nel gruppo dedicato a Big data & AI for policies. Forte di una esperienza ventennale nel mondo Ict e della cybersecurity, il professionista originario di Gioia Tauro ha maturato la propria esperienza in diverse realtà bancarie (Sanpaolo IMI, ING Direct), nelle compagnie di Telecomunicazioni (H3G, Vodafone e Telecomitalia) e nel mondo industriale (Pirelli). Esperienza riversate nella Pa collaborando anche con il ministero della Salute allo sviluppo del sistema di monitoraggio dei migranti approdati in Italia.

Nel 2018, il Vicepresidente ed Assessore all’Economia della Regione Sicilia ha affidato a Sorrenti l’incarico della progettazione e dell’attuazione dell’Agenda Digitale siciliana. Un lavoro che ha ottenuto il riconoscimento dell’Unione Europea in diverse occasioni e che ha portato in soli due anni alla copertura in Banda Ultra-Larga dell’Isola fino al 90% (dato certificato dall’ICom Broadband Index 2019) posizionando l’Agenda Digitale siciliana al secondo posto tra le regioni europee.

Sorrenti, insieme agli altri componenti del team che si occuperanno di Big data & AI for policies, procederà all’analisi ed allo studio di metodi e strumenti per la progettazione e l’attuazione di politiche basate sui dati (data driven) e sull’evidenza informativa, sfruttando tecnologie innovative per la raccolta e l’interpretazione di grandi volumi di dati (big data).

Tra i compiti affidatigli anche quello di trovare possibili soluzioni – offerte dalle tecnologie digitali – per la gestione dell’emergenza e per il contenimento del contagio. Sarà utilizzata, in questo ambito, la ricostruzione comparativa delle soluzioni adottate nel contesto Ue ed extra Ue da paesi come Germania, Singapore, Cina e Corea del Sud


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER