Pretendeva con la forza il pesce dai pescatori, arrestato 41enne


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Porto di Vibo MarinaCostringeva alcuni pescatori di Vibo Marina a consegnare parte del pescato “sotto forma di omaggio” e quando questo è avvenuto solo parzialmente avrebbe aggredito, insieme ad altri il componente l’equipaggio di un peschereccio.

Per tale motivo, gli agenti della Squadra mobile di Vibo Valentia, hanno arrestato Rosario Primo Mantino, di 41 anni, già noto alle forze dell’ordine, è ritenuto organico al clan dei Piscopisani, per concorso in estorsione e lesioni, reati aggravati dalle modalità mafiose.

L’inchiesta, coordinata dalla Dda di Catanzaro diretta da Nicola Gratteri, si riferisce ad un episodio del 13 giugno 2015. In quella occasione, la polizia era intervenuta dopo la segnalazione di un pestaggio sul molo antistante la Capitaneria di Porto.

Gli agenti, preso contatto con i militari della Capitaneria, avevano saputo che un pescatore era stato aggredito a colpi di bastone da due persone. Convocato in Questura il pescatore aveva poi raccontato alla squadra mobile quanto era accaduto.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER