Controlli nel Vibonese, sospese tre attività per lavoro nero: Multe salate

Sospese un'azienda di allevamento a Maierato, un negozio di vendita al dettaglio gestito da personale cinese a Tropea e un'azienda agricola a Briatico. Rilevata anche carenza igienica.

Carlomagno campagna Jeep Cherokee Novembre 2019

carabinieri vibo valentiaTre attività sono state sospese nel Vibonese per aver stipulato contratti in nero e per carenze igienico-sanitarie dai carabinieri del Nucleo ispettorato del Lavoro e del Nas che hanno anche elevato multe per 20 mila euro.

I militari, insieme a quelli delle stazioni, hanno effettuato mirati controlli in attività commerciali e aziende agricole e di allevamento. In particolare sono state sospese un’azienda di allevamento a Maierato, un negozio di vendita al dettaglio gestito da personale cinese a Tropea e un’azienda agricola a Briatico.

L’attività promossa dal Comando divisione Unità specializzate dei Carabinieri si è concentrata sia sul contrasto ma anche sulla prevenzione per la salute pubblica. I controlli sono serviti anche a far rispettare i limiti di occupazione del suolo pubblico da parte di bar ed esercizi di ristoro.

“Elemento fondamentale per l’ordine e la sicurezza pubblica, specie nel periodo estivo, – è scritto in una nota dell’Arma –  è infatti l’assicurazione di vie di fuga nelle piazze dei piccoli centri dell’hinterland Vibonese, affollatissime in occasione dei molteplici eventi quali sagre, concerti, spettacoli teatrali e pirotecnici che vedono i Carabinieri impegnati in prima linea a tutela dell’ordine pubblico. Spesso gli arredi degli esercizi pubblici invadono arbitrariamente spazi e vie di fuga che dovrebbero rimanere invalicabili per evitare stragi da panico come quella di piazza San Carlo a Torino”.