Rischio assembramenti pasquali, sindaco chiude il porto turistico di Tropea

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Con una decisione senza precedenti, il sindaco di Tropea Giovanni Macrì ha deciso di chiudere il porticciolo turistico di una delle più famose località turistiche della Calabria in occasione delle prossime festività pasquali.

Una decisione, spiega il sindaco nella sua ordinanza, presa in considerazione del fatto che “si potrebbero verificare pericolosi assembramenti di persone durante le festività pasquali, segnatamente nei giorni da venerdì 10 a lunedì 13, all’interno del Porto turistico e lungo l’intero litorale di Tropea”.

A tale scopo, oltre che del porto, Macrì ha disposto il divieto di transito veicolare e pedonale lungo l’intero litorale di Tropea per le giornate da venerdì 10 aprile a lunedì 13 aprile compreso, con esclusione dei soli residenti o già dimoranti. Ai trasgressori saranno inflitte sanzioni pecuniarie da 125 a 500 euro.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER