16 Luglio 2024

Euro 24, Italia umiliata dalla Spagna. Furie rosse superiori: 1-0

Correlati

L’Italia umiliata dalla Spagna. A Gelsenkirchen, contro le furie rosse, ora già aritmeticamente prime nel Gruppo B, è arrivata la prima sconfitta degli azzurri a EURO 2024, ma per accedere da seconda agli ottavi di finale basterà non perdere lunedì a Lipsia contro la Croazia, visto il vantaggio nello scontro diretto contro l’Albania che affronterà gli spagnoli. Serve una vittoria o un pareggio. La squadra di Spalletti, però, ha fatto troppo poco per spaventare la Spagna, superiore tecnicamente e fisicamente dal 1′ al 90′ con gli Azzurri salvati, prima e dopo dell’1-0 su autorete di Calafiori, dalle parate di Donnarumma e, successivamente, dalla traversa. Per il Ct è la seconda sconfitta della sua gestione, dopo il 3-1 di Wembley dello scorso 17 ottobre.

“Troppa Spagna, erano più freschi di noi – è l’analisi di Spalletti -. Noi abbiamo avuto letture troppo ritardate. La chiave del problema è la stessa: noi eravamo sotto livello per reazione, per accompagnare, per ritornare a guadagnare posizioni basse. Erano più freschi di noi e ci hanno creato problemi nella velocità di scelte. Quando sono entrati tre o quattro giocatori più freschi abbiamo messo più palloni alti e creato situazioni che ci potevano portare a pareggiarla, ma sono stati troppo più forti di noi e hanno vinto meritatamente. La Croazia? La differenza la facciamo sempre noi, dipende come ci arriviamo noi, con le nostre scelte. Se non abbiamo scelte, diventa difficile”.

LA PARTITA. Spalletti ha confermato l’undici che ha superato l’Albania. Difesa a quattro; Frattesi, Pellegrini e Chiesa alle spalle di Scamacca. Un solo cambio per De La Fuente: in mezzo alla difesa c’è Laporte al posto di Nacho, non al meglio. Dopo il momento di raccoglimento per ricordare l’ex segretario generale della UEFA Gerhard Aigner, scomparso a poche ore dal match, è stata la Spagna a sfiorare per prima il vantaggio: su un cross da sinistra di Williams, Pedri di testa ha chiamato Donnarumma alla prima grande parata della sua partita. Scena simile al 10′, con l’esterno dell’Athletic Bilbao stavolta appostato a centro area per ricevere il cross di Morata: colpo di testa fuori di pochissimo. L’Italia ha provato a giocare di rimessa, ma ha rischiato ancora al 24′: slalom di Yamal e palla poi sul destro di Morata, con Donnarumma che si è opposto con i piedi. Nulla in confronto al miracolo con la mano di richiamo sul sinistro da 30 metri di Fabian Ruiz. Lo stesso ex centrocampista del Napoli ha calciato verso la porta al 42′, trovando l’intervento facile di Donnarumma. Prima e unica conclusione azzurra nel primo tempo, un destro di Chiesa sopra la traversa.

Due cambi per Spalletti dopo l’intervallo: fuori Jorginho e Frattesi, dentro Cristante e Cambiaso, con il romanista ammonito dopo neanche un minuto e Chiesa spostato a sinistra. Dal lato opposto è invece nato il primo pericolo per l’Italia: Williams ha visto l’inserimento di Cucurella, cross basso e piatto destro di Pedri a lato. Al 55′ è però arrivato il meritato vantaggio spagnolo: sul cross di Nico Williams e dopo la spizzata di Morata, il tocco con la punta delle dita di Donnarumma ha portato alla sfortunata autorete di Calafiori. Lo stesso Morata ha costretto Donnarumma alla parata, poi Cambiaso ha salvato sulla linea il colpo di testa di Le Normand su angolo di Williams, infine Yamal ha sfiorato il palo con un gran sinistro. Spalletti, al 64′, ha tolto Chiesa e Scamacca per inserire Zaccagni e Retegui. Ma dopo un cross basso da destra di Cristante su cui proprio Retegui non è arrivato per un soffio, la Spagna ha sfiorato il raddoppio con un bolide di Nico Williams che si è stampato sulla traversa. Nel finale dentro anche Raspadori per Pellegrini, ma il risultato non è cambiato. Anche per merito di Donnarumma, bravo per due volte su Ayoze Perez. L’1-0 sta stretto alla Spagna.

SPAGNA-ITALIA 1-0 (p.t. 0-0)
SPAGNA (4-3-3): Unai Simon; Carvajal, Le Normand, Laporte, Cucurella; Pedri (dal 26′ st Alex Baena), Rodri, Fabian Ruiz (dal 48′ st Merino); Yamal (dal 26′ st Ferran Torres), Morata (dal 32′ st Oyarzabal), Williams (dal 32′ st Perez). A disp.: Raya, Remiro, Nacho, Vivian, Joselu, Dani Olmo, Grimaldo, Zubimendi, Jesus Navas, Fermin Lopez. Ct. De La Fuente

ITALIA (4-2-3-1): Donnarumma; Di Lorenzo, Bastoni, Calafiori, Dimarco; Barella, Jorginho (dal 1′ st Cristante); Frattesi (dal 1′ st Cambiaso), Pellegrini (dal 37′ Raspadori), Chiesa (dal 19′ st Zaccagni); Scamacca (dal 19′ st Retegui). A disp.: Vicario, Meret, Buongiorno, Gatti, Darmian, Bellanova, Mancini, Fagioli, El Shaarawy, Folorunsho. Ct. Spalletti

Marcatore: 10′ st aut. Calafiori

Arbitro: Vinčić (Slovenia). Assistenti: Klančnik, Kovačič (Slovenia). Quarto ufficiale: Turpin (Francia)

Note: ammoniti Donnarumma (I), Rodri (S), Le Normand (S), Carvajal (S)

UEFA EURO 2024 – GRUPPO B
Prima giornata
Spagna-Croazia 3-0
ITALIA-Albania 2-1

Seconda giornata
Mercoledì 19 giugno
Croazia-Albania 2-2
Spagna-ITALIA 1-0
Classifica: Spagna 6, ITALIA 3, Albania, Croazia 1

Terza giornata
Lunedì 24 giugno
Ore 21: Croazia-Italia (Lipsia)
Ore 21: Albania-Spagna (Dusseldorf)


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Mosca, declassificati documenti della Nato negli anni ’90. “Non un pollice verso Est”

Il portavoce del leader russo Vladimir Putin, Dmitry Peskov, ha detto di aver letto gli archivi declassificati pubblicati sui...

DALLA CALABRIA

Due gemellini neonati trovati chiusi in un armadio, choc in Calabria

Due gemellini neonati sono stati rinvenuti senza vita all'interno di un armadio chiuso, avvolti in un lenzuolo. È successo...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)