Baciamano al boss, Magorno (Pd): “Calabria onesta prenda distanze”

Ernesto Magorno
Ernesto Magorno

“Il gesto del baciamano al boss mafioso appena catturato ci colpisce e ci riempie di indignazione e amarezza, ma ciò che rimane impressa nella nostra mente è l’importanza dell’operazione messa a segno dai carabinieri e dalla Dda di Reggio Calabria, ovvero l’arresto di uno dei latitanti più pericolosi in Italia, accusato di reati gravissimi”.

Ad affermarlo è Ernesto Magorno, segretario regionale Pd Calabria, che aggiunge: “Crediamo che la Calabria debba con forza prendere le distanze da un irresponsabile gesto di reverenza nei confronti di un criminale e, nello stesso tempo, con ancora più forza debba sentirsi orgogliosa delle straordinarie capacità investigative e militari dei nostri apparati giudiziari che, con l’arresto di Giuseppe Giorgi, hanno portato a compimento un altro colpo nella loro preziosa opera di ripristino della legalità dei nostri territori”.

“Ciò che giudichiamo straordinario in questa vicenda – sottolinea il segretario Pd – è l’abnegazione dei nostri militari che – come ha fatto notare il procuratore capo di Reggio Calabria, Cafiero De Raho – per giorni interi, con grande fatica e dedizione si sono cimentati in un’operazione molto pericolosa, portandola avanti con successo”.

“C’è, dunque, una Calabria fatta di persone perbene, ogni giorno dedite a fare il proprio dovere in silenzio e con tanta dignità e soprattutto, lontanissime da quell’ignobile gesto. A questa moltitudine di calabresi noi ci rivolgiamo, garantendo appoggio e diritto di rappresentanza, nella certezza che l’arresto del boss sia la sconfitta più forte ad atteggiamenti di connivenza e vile ossequio”.