Cosenza, cambio al vertice della Squadra mobile: Catalano al posto di Zanfini

zanfini catalano squadra mobile cosenza
Da sinistra Giuseppe Zanfini e Fabio Catalano

Si insedierà domani il nuovo capo della Squadra mobile della Questura di Cosenza. Al posto di Giuseppe Zanfini, arriverà da Reggio Calabria il vice questore aggiunto Fabio Catalano.

Nato a nella città dello Stretto 44 anni fa, Catalano è stato vice dirigente della Squadra mobile della Questura di Reggio Calabria, nonché dirigente della Sezione criminalità organizzata.

Il vice questore aggiunto Zanfini, che lascia la guida della Mobile dopo tre anni, assumerà l’incarico di vice dirigente della Divisione anticrimine della Questura di Cosenza.

Chi è Fabio Catalano
Vice questore aggiunto della polizia di Stato, già Vice dirigente della squadra mobile della Questura di Reggio Calabria, Catalano è laureato in giurisprudenza ed è nella polizia dal 1994. Dopo aver frequentato, nel 2002, il corso di formazione alla Scuola superiore della polizia, a Roma, ha prestato servizio presso il Commissariato di Palma di Montechiaro (AG) come dirigente, portando a termine diverse attività di contrasto alla criminalità organizzata di matrice “stiddara” e contro la criminalità comune.

È stato poi al Commissariato di Bovalino come dirigente, anche qui impegnato in prima linea contro la criminalità organizzata di matrice “ndranghetistica”, venendo promosso nel 2006 per meriti straordinari a Vice questore aggiunto. Dal 2007 è stato alla Questura di Reggio Calabria, assegnato alla squadra mobile, da prima come responsabile della Sezione omicidi e poi della Sezione catturandi. Nel 2011 è stato nominato Dirigente della squadra volante e nel 2015 è ritornato alla squadra mobile di Reggio Calabria come Vice dirigente.