Elezioni a Cosenza, 54 mila cosentini chiamati alle urne

Carlomagno campagna ottobre 2018

scuola cosenzaSeggi aperti dalle 7 di stamane anche a Cosenza dove sono chiamati alle urne 53.860 elettori aventi diritto per la Camera dei Deputati. Di questi, 49.791 cittadini, che hanno compiuto 25 anni, potranno votare anche per il Senato della Repubblica.

Le sezioni sono 82 dislocate per tutta la città. In serata, dopo la chiusura dei seggi alle ore 23, verrà avviato lo spoglio. Lo scrutinio può essere seguito in diretta sul sito del comune di Cosenza. Ci attende una lunga maratona notturna con inevitabili ritardi a causa della farraginosa e complicata nuova legge elettorale, varata a ottobre dal Parlamento italiano.

Per esercitare il diritto al voto gli elettori dovranno presentarsi nella propria sezione muniti di documento di identità valido e della tessera elettorale permanente. Nel caso di smarrimento, deterioramento o esaurimento degli spazi, si può richiedere il rilascio di un  duplicato presso l’ufficio elettorale del comune, che resterà aperto fino a tarda sera.

All’elettore vengono consegnate due schede, una di colore rosa per la Camera dei Deputati, l’altra gialla per il Senato della Repubblica. Per votare basterà tracciare un solo segno sul simbolo di partito prescelto, onde evitare errori e di conseguenza l’annullamento del voto.

Pena l’annullamento del voto, non bisogna scrivere i nomi dei candidati perché sono già stampati sulle schede. Non è consentito il voto disgiunto, come avviene invece per le elezioni comunali.

Gli elettori non dovranno imbucare la scheda da soli., ma una volta ripiegata dovranno consegnarla al presidente del seggio che provvederà a inserirla nell’urna una volta verificato il codice alfanumerico presente sul “tagliando antifrode”.