Castrovillari, clamorosa sconfitta di Andrea Gentile. Vince Misiti (M5S)

Carlomagno campagna ottobre 2018
Misiti gentile
Da sinistra il candidato di Fi Andrea Gentile e Carmelo Massimo Misiti

Nel collegio uninominale Castrovillari per la Camera ha vinto il candidato del M5s Carmelo Massimo Misiti, medico ortopedico, che ha preso il 45,66 lasciando indietro Andrea Gentile, avvocato, candidato di Forza Italia e del centrodestra, che si è fermato al 33,96%. Gentile è figlio di Antonio, senatore uscente nonché sottosegretario allo Sviluppo economico, e nipote di Pino, vicepresidente del Consiglio regionale.

I Gentile sono una dinastia politica molto radicata a Cosenza. Andrea, nel 2014, fu al centro di un vero e proprio caso che portò il padre alle dimissioni dalla carica di vice ministro del governo Renzi, quando la notizia di un avviso di garanzia al figlio finì sul quotidiano locale “Calabria Ora”. Il proprietario della tipografia che stampava il giornale, Umberto De Rose, telefonò al direttore del quotidiano, Luciano Regolo, invitandolo a non pubblicare la notizia per non irritare, disse, “il cinghiale ferito”.

La registrazione della telefonata finì sui social e sui giornali, scatenando una polemica politica che portò Antonio Gentile alle dimissioni, soprattutto dopo che il giornale non arrivò nelle edicole per un presunto guasto alle rotative che, secondo una perizia della procura, che avviò un’inchiesta, non si verificò. Antonio Gentile fu nuovamente nominato sottosegretario nel governo Gentiloni. In vista delle elezioni di ieri aveva ceduto la candidatura al figlio.