Scontro nel M5s, Ferrara difende Aiello e attacca Morra: “Sue accuse becere”

Secondo l'europarlamentare grillina “il senatore, che ricopre una carica istituzionale che implica competenza e obiettività, non dovrebbe usare il proprio ruolo per portare avanti lotte intestine e distruggere il Movimento 5 stelle in Calabria".

Carlomagno Lancia Ypsilon Novembre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB
Laura Ferrara, europarlamentare del Movimento 5 Stelle
Laura Ferrara, europarlamentare del Movimento 5 Stelle

“Francesco Aiello è il candidato alla presidenza della Regione Calabria della coalizione civica del Movimento 5 Stelle. Chi prende le distanze da lui, le prende dal Movimento 5 stelle e non voterà M5s il prossimo 26 gennaio”. Lo scrive su facebook l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle, Laura Ferrara.

Secondo Ferrara “il senatore Nicola Morra, che ricopre una carica istituzionale che implica ponderatezza, competenza e obiettività, non dovrebbe usare il proprio ruolo e la visibilità che quella carica gli attribuisce, per portare avanti lotte intestine e distruggere il Movimento 5 stelle in Calabria”.

“Non ci sono indagini a carico del professore Aiello, né precedenti penali”, sottolinea l’europarlamentare. “E se si vuole porre la questione sul piano dell’opportunità, non si possono fare valutazioni, in politica come nella vita, applicando la proprietà transitiva”.

“Continuando con una stigmatizzazione becera – sostiene Ferrara – si offende non soltanto il Movimento 5 Stelle ma tutto il territorio calabrese, al quale, così ragionando, non si concede nessuna possibilità di riscatto”.

“C’è una Calabria che ha voglia di cambiare passo, di dare fiducia e di essere libera di cambiare. Abbiamo un programma da portare avanti e persone perbene che hanno voglia di realizzarlo”, conclude.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB