E’ morto 10 giorni dopo il vaccino il colonnello dei Carabinieri Salvatore Gagliano

Prima di finire in ospedale è stato Capo di Stato Maggiore del Comando Interregionale “Culqualber”. Tra i tanti incarichi, era stato anche comandante provinciale di carabinieri di Crotone. Fu lui a coordinare le delicate indagini sull'efferato omicidio a Cirò Marina di Antonella Lettieri. Addio a un ufficiale-gentiluomo


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
Il Colonnello Salvatore Gagliano

E’ morto nei giorni scorsi all’età di 58 anni il Colonnello dei Carabinieri Salvatore Gagliano, già comandante provinciale di Crotone e, prima di ammalarsi, Capo di Stato Maggiore del Comando Interregionale “Culqualber”.

L’alto ufficiale dell’Arma, recita una nota del comando generale, sarebbe deceduto a causa del covid, “ma aveva ricevuto ordini dall’alto di fare il vaccino”, inoculazione che “ha fatto dieci giorni prima di morire”, afferma un suo amico, l’avvocato Tommaso Paola Rossini, nel video in basso, aggiungendo che il colonnello era contrario, ma è stato “costretto” a farlo.

L’amico “fraterno” in video afferma che aveva sentito telefonicamente il colonnello Gagliano due giorni dopo essersi inoculato. Dopo circa una settimana il militare purtroppo è deceduto.

Gagliano lascia la compagna e tre figli. “Il militare, – si legge nella nota – era entrato nell’Arma nel 1984. Ha svolto nella propria carriera numerosi incarichi, dalla Scuola Allievi Carabinieri di Iglesias allo Squadrone Cacciatori Calabria, dal comando del Nucleo Investigativo di Reggio Calabria a quello della Compagnia di Lucera e Bari Centro e successivamente del Reparto Operativo di Bari al Reparto Operativo di Lecce, per poi assumere il comando del Provinciale Carabinieri di Ragusa e Crotone, della Scuola Allievi di Reggio Calabria e infine l’attuale incarico presso il Comando Interregionale “Culqualber” a Messina”.

“Una persona animata da un profondo ed esemplare senso del dovere, da una indiscussa professionalità e da una costante disponibilità, legato ai valori, alla famiglia, all’Arma”.

Il colonnello Gagliano è stato comandante provinciale dei carabinieri di Crotone, coordinando, su tutte le altre, le delicate indagini sull’efferato omicidio di Antonella Lettieri – avvenuto a Cirò Marina nell’aprile 2017 -, ad opera di Salvatore Fuscaldo.

Durante le indagini su quel drammatico fatto di sangue Secondo Piano News ebbe con il colonnello Gagliano una fittissima interlocuzione. Sempre disponibile e garbato, si può dire  che era un ufficiale-gentiluomo. Addio comandante Gagliano! (d.g.)

L’addio commosso del suo amico in un video


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER