Giallo sulla morte di un 17enne, Dieni a Lorenzin: “Invii ispettori”

Mala Sanitas, ostetrica indagata per errore. E' estraneaREGGIO CALABRIA – «Il ministero della Salute ordini al più presto un’ispezione nel Grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria, affinché si faccia chiarezza sulla morte di un 17enne dopo un doppio ricovero». È la richiesta che la parlamantare del M5S Federica Dieni avanza al ministro della Salute Beatrice Lorenzin dopo la morte di Domenico, di soli 17 anni, morto in circostanze poco chiare agli ospedali Riuniti.

«Così come avvenuto in passato, in occasione di veri o presunti altri casi di malasanità – prosegue la parlamentare –, è doveroso un intervento degli ispettori ministeriali volto a ricostruire fin nei minimi dettagli le ultime ore di Domenico, arrivato in ospedale con improvvisi dolori addominali e poi deceduto per una insufficienza multiorgano in occasione di un secondo ricovero».

«Dopo un primo ricovero in ospedale – aggiunge Dieni –, i sanitari avrebbero dimesso il giovane in quanto non gli sarebbe stata riscontrata alcuna patologia. Pochi giorni dopo, però, le crisi di vomito e le fitte addominali si sarebbero ripresentate costringendo il 17enne a un nuovo ricovero, stavolta nel reparto Neurologia. Il ragazzo, poco prima di morire, non sarebbe stato nemmeno in grado di camminare e avrebbe anche perso parzialmente la vista».

«Lecito chiedersi, allora – conclude Dieni –, se questa morte potesse in qualche modo essere evitata. Malgrado i vertici degli Ospedali Riuniti abbiano già disposto un’indagine interna, è necessario che il ministro Lorenzin disponga l’intervento di ispettori ministeriali in grado di ricostruire l’accaduto e di dare risposte esaustive che spieghino le cause che hanno infine portato alla morte il giovane Domenico».