L’impegno del Governo per potenziare l’Elisoccorso in Calabria

A darne notizia la parlamentare del M5s Federica Dieni che dopo avere interpellato il ministro della Salute Grillo ha ricevuto rassicurazioni sul potenziamento

Carlomagno campagna Jeep Renegade Luglio 2019

L'impegno del Governo per potenziare l'Elisoccorso in Calabria«Il servizio di elisoccorso della Regione Calabria sarà finalmente potenziato, a tutto vantaggio della sicurezza dei cittadini». È quanto dichiara la portavoce alla Camera del Movimento 5 Stelle Federica Dieni in seguito alla risposta a una sua specifica interrogazione ricevuta dal ministro della Salute, Giulia Grillo.

Con l’atto parlamentare, Dieni aveva rilevato che la Regione Calabria è una delle pochissime ad avere l’elisoccorso con ben quattro elicotteri in configurazione Hems (in grado di effettuare missioni con atterraggi o nei campi sportivi o in piazzole) ma nessuno in configurazione Sar (soccorso e ricerca), cioè con la possibilità di utilizzare il verricello senza atterrare, in modo da poter trasportare gli uomini del Soccorso alpino per effettuare gli interventi sanitari su richiesta del 118 in ogni luogo in cui se ne ravvisi la necessità, così come avviene in tutta Italia.

Il divieto di imbarcare il personale del Soccorso alpino sull’elisoccorso crea infatti un paradosso: la centrale 118 chiede un intervento ai soccorritori ma, al tempo stesso, nega il mezzo aereo.
Dieni, per mezzo della interrogazione, aveva perciò chiesto al governo di rimuovere gli ostacoli che impediscono una piena sinergia tra il 118 e il Soccorso alpino.

«La Regione Calabria – spiega la parlamentare del M5S – ha comunicato al ministero della Salute di aver provveduto ad avviare iniziative di miglioramento del servizio, attraverso la definizione di specifici protocolli operativi condivisi tra il servizio 118 e il soccorso alpino.

Al riguardo, il ministero diretto da Giulia Grillo ha già provveduto a segnalare alla Regione stessa la necessità che “i protocolli operativi tra il servizio di emergenza territoriale 118 e il soccorso alpino siano elaborati in modo dettagliato e risultino atti a definire in modo esplicito le modalità di intervento e gli ambiti di competenza e responsabilità di ciascuno dei due enti interessati; al contempo, è indispensabile che risultino chiaramente delineati i criteri operativi attraverso i quali si esplica la sinergia di intervento tra detti enti nelle missioni di soccorso”».

«Mi auguro – conclude Dieni – che venga completato al più presto l’iter per la firma dei protocolli, nel rispetto delle indicazioni arrivate dal ministero. Una volta siglati gli accordi, il servizio di elisoccorso della Calabria sarà finalmente al passo con quello delle altre regioni d’Italia».