Cosenza, nuovo presidio della Polizia Municipale nel centro storico

Cosenza, nuovo presidio della Polizia Municipale nel centro storico
Corso Telesio a Cosenza

“Guardando a tre punti cardini che sono quelli della pulizia, dell’illuminazione pubblica e della sicurezza nel Centro storico, è stato inaugurato ufficialmente oggi pomeriggio nei locali di corso Telesio N. 140 un presidio della Polizia Municipale”. E’ quanto è scritto in una nota del portavoce del sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto.

“Aperto da lunedì a venerdì dalle 8 alle 20 e di sabato dalle 8 alle 14 (prossimamente però anche il sabato sarà aperto tutto il giorno fino a sera così com’è in programma pure una futura apertura domenicale), non è una scelta a caso che questo punto fisso dei vigili urbani abbia sede proprio nella zona vecchia di Cosenza.
Rientra, infatti, nel più ampio e complessivo progetto di riqualificazione di un Centro storico che, come ha spiegato il sindaco Mario Occhiuto, è di per sé una città nella città, estesa e stratificata area con problemi di accessibilità e con edifici privati a rischio.

Il primo cittadino, complimentandosi con l’istruttore Luca Tavernise che con i suoi agenti costituisce il Nucleo del Decoro urbano responsabile specifico del presidio, nel suo intervento di saluto si è soffermato sulla necessità dei servizi primari e della messa in sicurezza di un Centro storico che avrebbe bisogno di una serie infinita di interventi.

“Avevamo già potenziato l’illuminazione pubblica, qui, sulla via principale e in alcune traverse di corso Telesio – ha sottolineato Occhiuto – Questi interventi proseguiranno, così come credo di poter affermare che stiamo svolgendo un ottimo lavoro di mantenimento della pulizia e delle bonifiche nonostante le continue emergenze (vedi l’agitazione sindacale dei lavoratori di Ecologia Oggi)”.

Il sindaco Occhiuto ha elencato le numerose attività dell’Amministrazione comunale relative alla riqualificazione del Centro storico, come ad esempio lo stanziamento di un milione e mezzo di euro per le demolizioni degli edifici a rischio deteriorati e, ormai, non più recuperabili: “Per il resto – ha detto – daremo un termine ai privati con la messa in sicurezza obbligatoria a danno degli stabili a rischio”. Massima attenzione dell’Esecutivo sarà poi sempre riservata allo spazzamento manuale che da tempo è stato avviato nel Centro storico e all’ulteriore incentivazione della raccolta differenziata. Motivi per cui il presidio del Nucleo Decoro urbano su corso Telesio trova ragione d’essere. “Il Centro storico deve essere principalmente pulito e spazzato – ha ribadito Occhiuto – con controlli continui. Si tratta di azioni che appartengono a un piano di interventi più ampi e più complessi. La chiave di volta su cui puntiamo per il rilancio della zona, com’è noto, riguarda le idee sul turismo – ha concluso – Perché tra migliaia di Centri storici presenti in Italia, Cosenza, per diventare una città turistica deve avere una vocazione attrattiva con elementi caratterizzanti precisi”.

All’incontro con la stampa e con i cittadini che si sono fermati a conoscere il nuovo presidio con all’interno gli agenti già operativi, erano presenti, oltre al Sindaco, il comandante della Polizia Municipale Giovanni De Rose (“intendiamo rinvigorire, in termini di sicurezza e legalità, la presenza istituzionale nella zona vecchia della città”), il capo di gabinetto Antonio Molinari, consiglieri comunali e collaboratori di Occhiuto.

Dal canto suo, l’istruttore Tavernise ha spiegato che la sede del Decoro urbano su corso Telesio rappresenterà, fra le altre cose, la seconda postazione per la video sorveglianza su chi deposita in maniera selvaggia i rifiuti in strada, dopo la postazione centrale nel comando di via Bendicenti”.